La guida definitiva all’etichettatura del materiale | Rentman Blog
Blog - Printer recommendations cover 2

La guida definitiva all’etichettatura del materiale

  • Torna al blog

  • Condividi

Iniziare a etichettare il materiale con codici a barre o QR è un passo importante per la tua attività. La scansione e il tracciamento non ti aiutano solo a controllare perdite e furti di materiale costoso, ma anche a ridurre la variabile di errore umano e a costruire uno storico dettagliato sulla movimentazione di ogni articolo. 

In questa guida parliamo delle varie opzioni a tua disposizione quando vuoi iniziare a etichettare il tuo materiale, includendo anche una lista di stampanti di etichette tra cui scegliere in base alle tue necessità. 

 

Che opzioni ho per iniziare a etichettare il mio materiale?

Ci sono due modi per affrontare il processo di etichettatura: acquistare etichette QR da un fornitore esterno o stamparle internamente. Non c’è un’opzione giusta o sbagliata. La decisione dipende chiaramente dalle capacità aziendali e dal tempo a disposizione da dedicare a questo progetto. Diamo un’occhiata ai pro e contro di entrambi i metodi.

  

Acquistare etichette prestampate
Etichette QR prestampate

Acquistare etichette prestampate è la scelta adatta a chi non ha troppo tempo a disposizione e ha necessità di generare grandi volumi di etichette. Il maggiore beneficio di questa opzione è che puoi evitare di investire in una stampante di etichette e saltare l’intero processo di stampa, risparmiando anche tempo. Inoltre, queste etichette sono spesso di alta qualità, il che significa che durano più a lungo, permettendo la scansione anche quando parte del codice QR è danneggiato. Di contro, questo metodo ti limita nella personalizzazione del design dell’etichetta e ti espone a tempi di attesa più lunghi nel caso di un esaurimento delle scorte.

Come cliente Rentman, puoi acquistare etichette QR prestampate anche da noi. Le nostre etichette hanno un rivestimento industriale laminato che rende i codici meno soggetti a sbiadirsi o a danneggiarsi e durano quindi più a lungo. Inoltre, hanno un livello ECC elevato, il che significa che rimangono scansionabili fino al 30% di danneggiamento del codice QR.

Pro:  Contro:
 ✔ Risparmio di tempo  ✖ Meno libertà nel design
 ✔ Nessun investimento necessario  ✖ Tempi di attesa più lunghi
 ✔ Servizio professionale  
 ✔ Etichette durevoli  

 

 

Creare e stampare le tue etichette
 
Generazione Etichette QR Software

L’altra opzione è quella di progettare, generare e poi stampare le etichette internamente. Questa potrebbe essere una scelta più adatta ad aziende più piccole o agli inizi, che generalmente non hanno necessità di stampare frequentemente o in grandi volumi.

Per stampare le tue etichette autonomamente, avrai bisogno anche di un software per la progettazione e generazione di codici, oltre che di una stampante. Rentman è uno di questi software.

Il vantaggio di questa opzione è che hai piena libertà sull’aspetto delle tue etichette. Puoi personalizzarne la dimensione, ma anche aggiungere elementi come il tuo logo, nome aziendale, data di acquisto e numero seriale. Una volta che il tuo design è pronto, puoi scaricare le etichette in file PDF e stamparle tutte insieme con la tua stampante dedicata.

Pro:  Contro:
✔ Maggiore libertà nel design ✖ Maggiore investimento di tempo
✔ Stampa sul momento ✖ Maggiore investimento in materiale e stampante
  ✖ Etichette potenzialmente meno durevoli

 

 

Di che tipo di materiale ho bisogno per le mie etichette?

Il materiale per le etichette è importante tanto quanto la scelta se stampare internamente o ordinare etichette prestampate. È questa decisione che determina la durata dei tuoi codici a barre o QR. Quando ordini le tue etichette, spesso hai la possibilità scegliere tra diversi materiali, come poliestere o vinile. I fornitori di etichette possono consigliarti quale materiale si adatta meglio alle tue esigenze. Ecco alcuni dei materiali più utilizzati a livello professionale nella stampa di etichette e le loro caratteristiche:

  • PET (poliestere) - Si tratta di un materiale rigido, e per questo è ideale per l’uso su etichette di piccole dimensioni. Resistente a strappi, acqua e scolorimento da raggi UV, è adatto all’uso ad alte temperature e può essere utilizzato sia per applicazioni all’interno che all’esterno (anche se, a lungo andare, resiste di meno all’esterno rispetto al polivinilcloruro).
  • PVC (polivinilcloruro) - Ottimo per l’applicazione all’esterno e durevole. Il polivinilcloruro viene spesso applicato su materiale che viene usato in diversi tipi di ambiente. Il PVC ad alta aderenza si attacca meglio al materiale grazie a uno strato adesivo extra rinforzato.
  • Guaina termorestringente stampabile - Perfetto per i cavi. La guaina termorestringente si restringe attorno al cavo. È adatto all’uso esterno e molto resistente ai danni.

Sei indeciso su quale materiale scegliere? Ordina qualche campione. La maggior parte dei fornitori ti permette di testare il materiale prima di comprare le etichette, per assicurarti di scegliere quello più adatto al tuo tipo di lavoro.

 

Materiale per stampare in autonomia

Quando stampi le tue etichette autonomamente, sei più limitato nella scelta del materiale (a meno che tu non sia disposto a fare un grande investimento in una stampante di etichette industriali). 

La maggior parte delle stampanti di etichette fa uso della stampa termica diretta, un metodo che prevede che la stampa venga fatta tramite il riscaldamento di una carta termica speciale. Il vantaggio di questo processo è che permette di realizzare stampe di immagini molto nitide senza dover utilizzare inchiostro. Uno svantaggio importante, invece, è che il materiale adatto a questo tipo di stampa è generalmente meno durevole di quello che usa un fornitore specializzato. L’esposizione di questo materiale ad acqua, luce e calore danneggerà le etichette più rapidamente, rendendo i codici meno leggibili nel tempo. Grazie alla possibilità di stampare sul posto, però, puoi sostituire le etichette danneggiate sul momento.  

 

Quali sono le migliori stampanti di etichette sul mercato?

Una delle domande che ci viene posta più spesso è “avete consigli per una stampante di etichette?”. Per poter rispondere adeguatamente a questa domanda, abbiamo deciso di fare qualche ricerca. Cercando il parere dei nostri clienti e testando noi stessi varie stampanti, siamo arrivati a una buona selezione di stampanti di etichette.

Abbiamo poi esaminato prezzo, connessione, velocità e qualità delle etichette stampate. In base a questa ricerca, abbiamo scelto quelle che, a nostro parere e dei nostri clienti, sono le 3 migliori stampanti sul mercato internazionale.

  

 

Brother QL-820NWB - Miglior rapporto qualità-prezzo

Brother QL-820NWB
Budget: €165 - €200

La Brother QL-820NWB è in cima ai nostri consigli per l'ottima qualità che offre a un prezzo ragionevole. La stampante funziona tramite cavo di rete, Bluetooth o Wi-Fi. Con 110 etichette al minuto, questa stampante ha un'eccellente velocità con la quale offre anche una buona qualità di stampa a 300 dpi. Inoltre, è possibile utilizzare etichette di diverse larghezze, a partire da 12 mm fino a un massimo di 62 mm.

Pro:  Contro:
✔ Connessione Wi-fi, Bluetooth o ethernet ✖ Costi aggiuntivi per la batteria
✔ 300dpi - buona risoluzione  
✔ 110 lpm - buona velocità  

 

 

Dymo LabelWriter® 450 - La più economica

Dymo 450
Budget: €80 - €100

La Dymo LabelWriter® 450 è l'opzione più conveniente. Nonostante il prezzo inferiore, la Dymo 450 con 300 dpi offre comunque una buona qualità di stampa. Uno svantaggio di questa stampante è che puoi collegarti solo tramite USB. Inoltre, con 51 stampe al minuto, è la stampante di etichette più lenta tra le nostre raccomandazioni. Nonostante il prezzo contenuto, con la Dymo hai un'ottima stampante, leggermente meno versatile rispetto alle altre raccomandazioni.

Pro:  Contro:
✔ 300 dpi - buona risoluzione ✖ 51 lpm - bassa velocità
✔ Prezzo basso ✖ Può essere collegato solo tramite USB

 

 

Zebra ZD 420 - La più potente

 
Zebra ZD 420
Budget: €300 - €350

La Zebra ZD420 è stata introdotta come miglioramento della serie di stampanti Zebra GK. Proprio come la stampante Brother, puoi collegarla tramite USB, Bluetooth e tramite connessione di rete. A causa della risoluzione di stampa leggermente inferiore (203 dpi), questa stampante è meno adatta per stampe più piccole. È la più veloce stampante delle tre con 152 stampe al minuto.

Pro:  Contro:
✔ 152 lpm - alta velocità ✖ 203 dpi - bassa risoluzione
✔ Connessione Wi-fi, Bluetooth o ethernet  

 

 

Pronti, Partenza, Stampa!

Speriamo di averti fornito informazioni a sufficienza per prendere decisioni più precise sull'etichettatura del materiale per la tua azienda. Per qualsiasi domanda o per sapere come Rentman può assisterti in questo processo, non esitare a contattarci!

Inizia ora

Inizia oggi e ritrova il tempo da dedicare ad attività più importanti